Una famiglia e due continenti :il nostro Natale e l'adozione internazionale
0 In LIFESTYLE

Una famiglia e due continenti : il nostro Natale e l’adozione internazionale

UNA FAMIGLIA E DUE CONTINENTI

Ci è stato chiesto spesso cosa significhi  quella strana definizione di “famiglia costruita tra due continenti” che abbiamo inserito nella nostra presentazione ( se volete potete leggere il nostro about ).Oggi alla vigilia del nostro decimo Natale in tre, il secondo del blog e il diciannovesimo di coppia direi che che è arrivato il momento di raccontare un po’ più da vicino la nostra storia e spiegare perché da dieci anni il nostro Natale è davvero speciale:  siamo una famiglia che unisce due continenti grazie all’adozione internazionale.

     Una famiglia e  due continenti : l’adozione internazionale e un aereo per l’Africa

L’Africa che  viene raccontata nei blog di viaggio, è sempre quella patinata e stupenda dei paesaggi immensi, degli animali liberi nella savana, dei tramonti che fanno tanto la “Mia Africa”di Karen Blixen… E questo è tutto vero perché la bellezza spettacolare  della natura africana riempie il cuore e la mente di ogni viaggiatore.

adozione internazionale

L’Africa che abbiamo conosciuto è ben diversa.

Bella, stupenda e struggente nella sua natura sconfinata, ma con paesaggi di umanità sofferente che tagliano in due il cuore … per sempre. Spesso si sottovaluta che nella maggior parte dei paesi africani che i turisti visitano, appena fuori dagli eleganti luoghi di lusso  che gli occidentali  frequentano,dai resort a cinque stelle e dalle spiagge paradisiache, esistono distese di povertà e miseria che raramente si possono immaginare.

Quell’aereo che noi abbiamo preso dieci anni fa, per concludere il nostro iter di adozione internazionale di nostro figlio, ci ha portato in un mondo che non conoscevamo, e che ci era completamente estraneo.

Siamo stati catapultati in un caldo soffocante fatto di sole continuo e abbagliante. Poche strade asfaltate e tanta, tantissima polvere che ti invade gli abiti e il respiro; e villaggi per lo più fatti di capanne…

adozione internazionale

Villaggio africano

L’adozione internazionale ci ha fatto diventare una famiglia nata fra due continenti 

Un‘Africa sconosciuta ai più, dove si cammina a piedi, tanto e a lungo per tutto… alla ricerca di acqua dove non c’è; per andare a scuola i più fortunati, spesso a piedi nudi o al massimo con delle infradito a volte più grandi del proprio piede.

La fortuna di possedere una bicicletta è già una grande conquista …

Ma il sorriso dei bambini, di tutti i bambini, che giocano con niente e che spesso mangiano poco per non dire nulla, è quello che colpisce ed ammalia … anche questa volta per sempre.

Si  nostro figlio viene da qui, da uno di questi paesi, da uno di questi villaggi, da questo continente … e da dieci anni ci regala un Natale speciale perché ci ha insegnato cosa significa davvero Natale …ed ha cambiato per sempre il nostro modo di vedere l’Africa, un continente che forse non riusciremo più a raccontare …

Un‘Africa profonda, vera e ricca di persone bellissime e piene di cuore e di amore anche quando non possiedono niente.

Un’Africa paziente, fatta di donne che in silenzio aspettano la suora che darà loro la medicina per curarsi, oppure una tazza di cereali per sfamare la famiglia. Bambine, ragazze, donne … tante, tantissime, spesso il vero motore e sostegno delle famiglie e della comunità. che non sempre possono studiare e rendersi indipendenti.

Una famiglia e due continenti cosa vuol dire nella vita di tutti i giorni 

Nostro figlio ci ha insegnato e donato molto più di quanto noi abbiamo fatto per lui. La forza, la resistenza, la caparbietà e il coraggio …

Si il coraggio di accettare un destino  in un paese lontano migliaia di chilometri con persone sconosciute. Lui ha scelto noi più di quanto noi immaginiamo; e siamo felici per la sua sola presenza nelle nostre vite …

Non c’è bisogno di foto : lui ha il viso di tutti i bambini del mondo, che resistono e ce la fanno nonostante tutto. Ma anche di tutti quelli ( e sono milioni purtroppo ogni anno dovunque nel mondo ) che soccombono per futili e rimediabili motivi. E il suo colore, almeno per noi, non ha più importanza, non è più un valore distintivo ma solo una sfumatura dei colori dei bambini di ogni luogo.

Noi vi auguriamo con grande affetto che trascorriate un felice Natale.

Buon Natale !!!

 

Precisando che si tratta della nostra personale opinione e che non si tratta di sponsorizzazione, per chi volesse cercare altre notizie sulle pratiche di adozione internazionale e sostenere progetti di sviluppo può consultare il sito del Movimento Shalom.

Sempre per sostegno anche con regali solidali potete consultare amref natale 2017

 

 

 

 

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply