La storia dei jeans : la tradizione del denim da Nimes agli USA
8 In LIFESTYLE

La storia dei jeans : la tradizione del denim da Nimes agli USA

storia dei jeans denim

Viaggiare permette di scoprire tante bellezze dell’arte e della natura dei luoghi che si visitano, ma anche imparare tante curiosità su prodotti particolari ed artigianali. Così è stato a Marsiglia, che ci ha lasciato molta curiosità di imparare qualcosa di più sulle origini  del famoso sapone che prende il nome dalla città ( qui trovi il nostro risultato in proposito ). E così è successo anche a Nimes dove abbiamo scoperto una lunga tradizione nella produzione di tessuti ed in particolare quella del famoso denim, utilizzato per i jeans. Chi non ne possiede un paio, o chi non possiede qualche accessorio o capo di abbigliamento comunque realizzato con questa resistente stoffa blu?

La storia dei jeans : il denim da Nimes agli USA

storia dei jeans denim

Il denim ( tessuto de – Nimes ), fa parte della nostra vita da decenni perché simbolo di innovazione e rottura con il passato, ma in realtà risale almeno al XV secolo.  L’origine è contesa con una tela realizzata in Piemonte sempre di colore blu ( “bleu de Genes” cioè blu di Genova ), che fu utilizzata per le sacche delle vele ( ma che anche Garibaldi utilizzò come stoffa per i pantaloni della sua divisa ), mentre il tessuto francese pare sia stato adottato  per abiti da lavoro pratici, robusti e resistenti  ed utilizzati anche dai marinai genovesi.

La sua colorazione blue è dovuta ad una pianta la “isatihs tinctoria”, la cui coltivazione era molto diffusa proprio in Francia ed oggi è stata sostituita da colorazioni di origine chimica.

I jeans a cinque tasche : Levis Strauss e non solo

Nel 1567 nasce il termine inglese jeans ( da Jenes = Genova )  per indicare proprio questo tipo di pantaloni pratici utilizzati anche dai marinai inglesi. Ma è nel 1853 che arriva a San Francisco ( dove era iniziata la caccia all’oro) Levi Strauss che fondò la Levi Strauss & Co ( poi divenuta semplicemente Levi’s ) per produrre abiti e soprattutto pantaloni adatti ai cercatori d’oro.

Grazie al brevetto ( 1873 ) del sarto Jacob Davis (che introdusse nella stoffa sottili fili di rame per renderli ancora più resistenti) si creò una collaborazione fra i due che li rese i più importanti produttori di pantaloni a 5 tasche usati da tutti i cowboy.

Nel 1890 scaduto il brevetto, altri produttori ebbero la possibilità di  produrlo liberamente  : Lee nel Middlewest e Wrangler nel Nord.

La storia dei jeans : il denim ritorna in Europa

La storia dei jeans e del suo tessuto, il denim, ci riporta all’Europa con la fine della seconda Guerra Mondiale. I soldati americani esportano l’uso di questo pantalone adatto al tempo libero e anche il cinema, con i suoi bellissimi protagonisti dell’epoca ( Marlon Brando e James Dean, ma anche Elvis Presley) impone la nuova moda giovanile. Dalla anni ’60 agli anni ’70 sono il simbolo della ribellione dei ragazzi di tutto il mondo, di libertà e uguaglianza fra i sessi, visto che ormai ha preso piede anche la versione femminile.

La storia dei jeans e del denim nel segno dell’alta moda

la storia dei jeans denim

Dagli anni ’80 fino ad oggi questo tessuto sportivo e semplice, perde definitivamente la sua componente “povera” e diventa un vero e proprio must di ogni stilista e creatore di moda. Viene utilizzato per vestiti, e accessori ( scarpe e borse, ma non solo) e declinato in tutte le varianti di blu, impreziosito da dettagli sempre più estrosi ed eleganti.

Chi vince fra Nimes e il Piemonte o Genova per dare i natali a questo tessuto ormai insostituibile ? Non è importante. Ormai è entrato nell’armadio di tutti,  grazie alla sua versatilità. Maggiori dettagli e informazioni le trovate nel sito Nimes Turismo .

 

 

 

You Might Also Like

8 Comments

  • Reply
    Stefania
    10 aprile 2018 at 11:45

    Molto interessante! Assolutamente non ci sarei mai arrivata all etimologia della parola Denim, e non me l aspettavo neanche! Grazie per aver condiviso!

    • Reply
      Ilaria Di Lucca
      10 aprile 2018 at 19:01

      In effetti neanche io. L’ho scoperto leggendo qualche guida di Nimes quando l’abbiamo visitata e mi è piaciuto fare qualche ricerca.

  • Reply
    Zucchero Farina
    10 aprile 2018 at 14:21

    Ho letto davvero con piacere e curiosità questa storia! Le scarpe sotto mi piacciono poi tantissimo 😬

    • Reply
      Ilaria Di Lucca
      10 aprile 2018 at 18:59

      Simpatiche ed originali sono piaciute anche a me anche se non sono, forse molto pratiche!

  • Reply
    Alessia-Una Valigia di Emozioni
    10 aprile 2018 at 17:03

    wow che storia interessante. io ho sempre saputo che i jeans erano nati a Genova…ma essendo di parte non ho mai approfondito e mi godo la gloria di un’invenzione che adoro e uso tantissimo! 🙂

    • Reply
      Ilaria Di Lucca
      10 aprile 2018 at 18:58

      In effetti l’origine è piuttosto contrastata ma hai ragione teniamoci tutto che è meglio !

  • Reply
    Daniela Mei
    10 aprile 2018 at 18:08

    Il denim: da essere il tessuto dei cercatori d’oro ad essere il tessuto di tuttI, ha resistito ai secoli ed alle mode, vestendo i disperati ed i capi di stato, un bel record!

    • Reply
      Ilaria Di Lucca
      10 aprile 2018 at 18:57

      In effetti se si pensa alla sua evoluzione hai proprio ragione !

    Leave a Reply