Cosa visitare sul lago di Como : due giorni alla scoperta di ville e giardini - Ricordi in Valigia
In ITALIA/ LOMBARDIA

Cosa visitare sul lago di Como : due giorni alla scoperta di ville e giardini

cosa visitare sul lago di como

Quando si è in una città che si affaccia su un lago, soprattutto se si ha la fortuna di una bella giornata di sole, è d’obbligo andare alla scoperta dei dintorni. In particolare dei borghi che, stretti fra acqua e montagne,  hanno un fascino davvero speciale. Se siete a Lecco vi propongo cosa visitare su lago di Como, in battello, se volete trascorrere alcune ore piacevoli fra ville, giardini incantevoli e borghi raffinati. 

Cosa visitare sul lago di Como

cosa visitare sul lago di como

Il nostro breve itinerario fra Lecco e dintorni in pochi giorni ci ha fatto scoprire alcune località davvero molto belle ed alcuni fra i più bei giardini che abbia mai visto. Se Lecco ci è apparsa una bella cittadina, raccolta e piacevole, il suo lungolago ci ha conquistato e non potevamo non andare alla scoperta almeno di alcuni degli angoli che questa meraviglia della natura italiana ci ha regalato.

Cosa visitare sul lago di Como : Bellagio

cosa visitare sul lago di como

Il battello da Lecco porta a Bellagio, in provincia di Como, ( con diverse fermate intermedie ) ed è proprio il punto di incontro dei due rami del lago. Da qui, sempre in battello, si possono raggiungere altre località. Bellagio è davvero molto bella. Somiglia un po’ ad una località di mare ( mi ha ricordato Capri) ed è molto turistica, affollata di visitatori. Dal pontile di attracco si sale su per le stradine impervie per raggiungere il centro del paese e visitare la Basilica di San Giacomo e via Garibaldi.

cosa visitare sul lago di como                                 cosa visitare sul lago di como

Ma la scoperta davvero imperdibile di questa località sono i Giardini di Villa Melzi, un luogo davvero unico che ci è piaciuto tantissimo.

Tornando verso il Lido di Bellagio, si arriva alla villa, che non si può visitare, ma che ha un giardino splendido che dalla collina scende verso il lago. Fu realizzata per il duca di Lodi, Francesco Melzi d’Eril, fra il 1808 e il 1810.

cosa visitare sul lago di como

Veduta di Villa Melzi

La visita inizia subito con il laghetto di ninfee. Il giardino è adorno di statue, ha un bel chioschetto moresco, una serra degli aranci, che oggi è un museo con cimeli napoleonici, e una Cappella in stile neoclassico, ricca di stucchi ed affreschi, ma soprattutto piante esotiche e rare, alberi secolari, boschi di azalee e camelie : questa è la meraviglia dei giardini.

cosa visitare sul lago di como

cosa vedere sul lago di como

Interno della limonaia di Villa Melzi

Il percorso botanico è ricchissimo e la passeggiata ha un fascino davvero notevole. Noi se siamo rimasti incantanti, anche perché ci ha regalato un’oasi di tranquillità dopo la folla dei turisti nel centro del paese.

Ospiti famosi hanno soggiornato in questa residenza estiva : da Stendhal a Liszt e i decori come l’allestimento del giardino sono stati realizzati dai maggiori artisti dell’epoca. Le visite vanno da marzo a novembre.

                        

Cosa visitare sul lago di Como : Villa Carlotta

Nel primo pomeriggio abbiamo ripreso il battello alla volta di Villa Carlotta, ( in località Tremezzo ) una villa visitabile anche nel suo elegante interno oltre che nel giardino, altrettanto bello e ricco di varietà botaniche ( dalle ortensie ai bambù; dalle erbe aromatiche ai rododendri, alle azalee, alle magnolie e alle sequoia ) come quello di Villa Melzi. Proprio di fronte a Bellagio un altro angolo speciale di questo stupendo lago.

cosa visitare sul lago di como

Veduta Villa Carlotta

Qui ci siamo soffermati di più sugli interni, imponenti, la cui visita procede su due piani. Come spesso per le ville antiche anche questa ha una storia affascinante. Realizzata alla fine del 1600 per la famiglia del marchese Giorgio II Clerici, fu ereditata da un pronipote che dopo averne fastosamente adornato gli interni finì con lo sperperare le grandi fortune e chi si trovò ad ereditarla la dovette vendere, nel 1801 alla famiglia Sommariva.  Ma ancora una volta le vicende politiche e le alterne fortune portarono gli eredi a cedere nel 1844 l’immobile alla famiglia del principe Alberto di Prussia che ne fece dono alla figlia Carlotta in occasione delle sue nozze con il principe si Sassonia il duca Giorgio II.

Un vero e proprio matrimonio d’amore, che durò poco a causa della prematura scomparsa di Carlotta ( da qui il nome di Villa Carlotta). Ai proprietari tedeschi si deve la particolare cura e realizzazione del giardino. Con la fine della prima guerra mondiale la Villa fu requisita e chiusa, ma fu redatto uno scrupoloso inventario del contenuto che ha permesso di riaprirlo grazie alla costituzione di un ente che tutto’ora lo gestisce e ne garantisce l’accesso al pubblico anche con molti eventi pubblici.

Anche qui si recarono molti personaggi della cultura italiana ed europea e le vicende napoleoniche influenzarono anche il destino di questa splendida abitazione

 

Cosa visitare sul lago di Como : Varenna

cosa vedere sul lago di como

A pochi chilometri da Lecco si raggiunge comodamente con il treno un’altra suggestiva località che si affaccia sul lago : Varenna.  Peccato averla visitata in una giornata decisamente piovosa, che ci ha costretti per almeno tre ore a riparare in un ristorante proprio di fronte allo sbarco del battello. Qui ci ha sorpreso una vera e propria bufera di acqua e pioggia, che ha limitato e reso un po’ triste la nostra escursione.

Per fortuna appena finita la pioggia abbiamo potuto continuare la visita ed anche qui dopo aver percorso le stradine in salita verso la parte alta de paese e visitato la chiesa di San Giorgio, di origine trecentesca, ci siamo fermati ad un’altra splendida villa con parco : Villa Monastero.

         

Un’altra opera imponente che ha la sua origine nel XII secolo, quando ospitava un monastero femminile. Acquisito dalla famiglia Mornico che le conservò per oltre tre secoli e fu trasformata in residenza nel corso del 1600.

cosa vedere sul lago di como

Villa Monastero

Deve il suo attuale aspetto alle modifiche che furono fatte nell’800 con l’ampliamento dei giardino ( in posizione davvero splendida con vista sul lago ). Oggi fa pare delle proprietà della Provincia di Lecco e vi si svolgono importanti eventi pubblici e culturali ( oltre alla possibilità di svolgere eventi privati).

Anche qui la visita si sviluppa sui due piani della Villa, molto bella e con una altrettanto stupenda vista.

Spero che i miei suggerimenti su cosa vedere sul lago di Como vi abbiano affascinato come è successo a noi. Tre luoghi, tre ville antiche di grande prestigio dove hanno vissuto famiglie importanti, altrettanti ricchissimi giardini. Personaggi della cultura e della storia che hanno frequentato questi salotti … luoghi che mantengono intatto il loro fascino.

cosa vedere sul lago di como

Per visite e orari Villa Carlotta.

You Might Also Like