Cambiare l’acqua ai fiori, una trama non convenzionale - Ricordi in Valigia
In Libro dopo libro/ LIFESTYLE

Cambiare l’acqua ai fiori, una trama non convenzionale

Ci sono libri che restano impressi, che regalano emozioni e lasciano bei ricordi. Così è stato per me con “Cambiare l’acqua ai fiori”, con una trama che indaga in profondità con le loro tante sfumature i sentimenti dell’amore e di amicizia, ma anche del loro contrario. Provo a tracciare una mia personale recensione di questa bella opera di Valérie Perrin pubblicata nel 2019.

Cambiare l’acqua ai fiori, la trama

Potrei dire che, in ognuno dei personaggi di questo romanzo nulla è come sembra; pagina dopo pagina si scoprono i segreti che si disvelano un po’ per volta, dimostrando che anche l’esistenza più umile racchiude luci ed ombre che restano spesso nascoste fino a quando ci sono accadimenti inaspettati.

La storia comincia in un certo senso dalla fine per poi dipanarsi tornando al passato e concludersi con il nuovo futuro. Violette Toussaint è la guardiana di un cimitero in una piccola cittadina francese; si prende cura con amore ed attenzione delle tombe e delle persone che vengono a trovare i defunti. Apre una piccola parte della sua modesta abitazione priva di lussi e di agi, ma solare e calda, dove si trova sempre una tazza di caffè.

Un lavoro davvero particolare, che la protagonista sceglie a seguito di un dolore tragico che nasconde abilmente dentro di sé ma che il lettore viene a conoscere a tappe come un diario segreto che apriamo un po’ per volta. Un ritorno al passato che si interseca con la vita presente.

Quello di Violette non è l’unico racconto di vita che appare sulle pagine del libro. Un poliziotto arriva da Marsiglia e porta con sé la richiesta della madre di far riposare le proprie spoglie accanto a quelle di un umo sconosciuto che non è il marito. Questo innesca una sequenza di nuove scoperte ed incontri, in grado di cambiare anche la vita di Violette.

Nella trama  Cambiare l’acqua ai fiori  si trova un po’ tutto, ma soprattutto la straordinarietà delle vite ordinarie e un po’ nascoste che attraversano i tanti stadi della passione, dell’amore, del disamore, dello scontro e forse anche dell’odio. Un fascino unico che sono certa vi colpirà.

 

You Might Also Like